Home / Varietà e tipologia delle piante di nocciolo

Varietà e tipologia delle piante di nocciolo

Il nostro vivaio è specializzato sulla coltivazione della varietà tonda gentile e dei relativi cloni.

 

– Tonda Gentile ( sin. Tonda Gentile delle Langhe, Tonda Trilobata):
materiale proveniente da selezione massale effettuata negli anni.
Dallo scorso anno abbiamo iniziato a moltiplicare due cloni ( unito MT5 – unito AD17), forniti da DISAFA – Università di Torino in collaborazione con CReSO, che migliorano nettamente la varietà, sia dal punto di vista qualitativo che produttivo. Tale materiale di propagazione attualmente non è ancora disponibile.

 

– Tonda Gentile Romana:
Varietà diffusa nel viterbese, buona qualità produttiva, matura 20 giorni dopo la T.G. e si adatta bene agli stessi terreni. E’ un ottimo impollinatore della T.G.

– Impollinatori:

Per questi impollinatori la disponibilità è limitata.

Nocciolino selvatico
Tonda gentile romana

Epoche di fioritura:

T.G.: fioritura femminile da metà gennaio a metà febbraio ( la fioritura si può protrarre in certe annate, fino ai primi di marzo)
Daria: fioritura maschile precoce – 15 gennaio – 15 febbraio
119: fioritura maschile precoce – 15 gennaio – 15 febbraio
G1: fioritura maschile medio-precoce – febbraio
Romana: fioritura maschile medio-tardiva – metà febbraio – metà marzo

Nocciolino selvatico: periodo di fioritura molto lungo da febbraio a fine marzo in base alle popolazioni esistenti.
In natura la tonda gentile impollinata da nocciolino selvatico nato in forma naturale per seme. Essendo ogni nocciola figlia di una madre e di un padre ignoto, riproducendosi per seme, da origine ad una pianta che porta in se un dna della pianta originale. Di conseguenza da origine a diverse tipologie di popolazioni che hanno una fioritura maschile molto disforme e quindi atta ad impollinare per un periodo molto lungo. Usando come impollinatore il nocciolino selvatico non andremo ad inquinare la produzione con varietà diverse. La pianta selvatica dopo la fioritura potrà essere potata e ricaccerà per formare di nuovo fiori l’anno seguente. Una buona pratica quando è possibile è posizionare piante ai bordi del noccioleto, magari in siepe, a favore di vento considerando che l’impollinazione avviene nei mesi gennaio marzo quindi con direzione di vento in genere tramontana (direzione nord nord ovest)

FIORITURA NOCCIOLINO ALLO STATO NATURALE IN BOSCO

  nocciolino selvatico

IMPOLLINATORE MESSO A DIMORA INIZIO FILA A FAVORE DI VENTO